lanera.com

Castel del Monte

Technologia delle Volte a Crociera
(File 172-120)


Pagina 11

        Volte a Crociera a Castel del Monte

La tecnologia di costruzione delle volte a crociera con costoloni così delineata è in mostra a Castel del Monte, ripetuta in ognuna delle sedici grandiose sale, Fig. 23.


Figure 23.  Example of cross vault on the ground floor.

Fig. 23. Esempio di volta a crociera al piano terra.


Il tema di questa tecnologia è così dominante che, in effetti, la volta a crociera sembra essere una perfetta stanza quadrata costruita all'interno di uno spazio irregolare, un trapezio. Lo spazio della stanza trapezoidale è definito dalla forma triangolare delle otto ali in cui l'ottagono della pianta è diviso dalle diagonali maggiori, Fig. 24.


Figure 24. Square cross vaults in trapezoidal rooms.

Fig. 24. Volte a crociera quadrate in stanze trapezoidali.


Questo fatto, una volta a crociera quadrata per coprire un soffitto trapezoidale, è un'indicazione che gli architetti hannop visto la volta a crociera quadrata come parte della soluzione alla questione delle spinte laterali con le torri che servono da pilastri, Fig, 2, pg. 1, and Fig. 24.

I costruttori medievali avevano masterizzato la costruzione di volte a crociera non quadrate per coprire soffitti trapezoidali. Questo era il caso degli spazi ambulatoriali delle cattedrali. Fitchen fornisce una rappresentazione della centratura di archi diagonali per baie trapezoidali, Fig. 25.


Figure 25. Example of non-square cross vaults for the trapezoidal ambulatory spaces  at the cathedrals.

Fig. 25. Esempio di volte a crociera non quadrata per gli spazi ambulatoriali trapezoidali
delle cattedrali - Fitchen (1961, 136, figura 49).


Gli architetti di Castel del Monte si sarebbero certamente rivolti a una tale tecnica se cercavano semplicemnte una soluzione ordinaria per formare una volta su uno spazio trapezoidale. Ma avevano bisogno di una volta a crociera quadrata per coordinare le strutture ddi contrafforte entro lo schema che prevedeva una soluzione alle spinte laterali fornita dall'ottagono.

Götze (1998, 106) cita l'argomento di altri studiosi secondo cui l'architettura gotica di Castel del Monte seguì il gotico francese di mezzo secolo. Questa potrebbe spiegazione, alternativamente, la ragione per cui gli architetti di Castel del Monte non scelsero la soluzione di nervature trapezoidali nel modo usati per gli spazi ambulatoriali delle alte cattedrali.

Questo, tuttavia, ignora il punto chiave nello schema di progettazione strutturale di Castel del Monte. Le volte a crociera devono necessariamente avere perfette diagonali quadrate siché le spinte laterali possano allinearsi con le torri agli angoli dell'ottagono di base. Inoltre, sembra improbabile che il monarca più erudito, potente e assetato di conoscenza del tempo, con una corte che includeva le menti più eminenti dal nord Europa al Medio Oriente, non fosse a conoscenza degli ultimi sviluppi tecnologici nella costruzione delle cattedrali francesi. L'architetto e i costruttori conoscevano per esempio la costruzione dei tas-de-charge, un dettaglio comune nelle alte cattedrali e che si trova anche a Castel del Monte.

Castel del Monte fu costruito in Puglia, nel sud Italia, nello stesso periodo in cui la costruzione delle alte cattedrali fioriva nell'Europa centrale e settentrionale. Fitchen (1961)

I principi della costruzione basati su archi diagonali e trasversali sono esattamente gli stessi ovunque; è infatti la caratteristica comune e basilare dell'architettura gotica. Castel del Monte vanta temi di costruzione gotica chiaramente di influenza nord-europea, come ampiamente discusso da studiosi come Götze (1998, 91).