lanera.com
 

Castel del Monte
Castel del Monte

Guida Digest

Il Disegno Geometrico di Castel del Monte

Questo sito delinea uno studio sul disegno di Castel del Monte, in particolare su come gli architetti medievali hanno ideato questo progetto.

Le forme perfette e la disposizione delle murature a Castel del Monte sono la prova che la geometria è il tema e la guida nella progettazione di questo castello.

Studiosi e scrittori sono invariabilmente giunti a questa conclusione, spesso speculando su quello che potrebbe essere stato il processo di progettazione. Questo studio identifica il disegno geometrico per la disposizione dell'impianto di Castel del Monte, aprendo una finestra unica nella conoscenza e i mezzi di progettazione nell'Alto Medioevo.

La presentazione è divisa in varie sezioni, come indicato nella home page e descritte di seguito.

  1. Concetto del Disegno Planimetrico next page
  2. Modifica del Disegno Planimetrico next page
  3. Modello Matematico del Disegno next page
  4. Technologia delle Volte a Crociera next page

Sezione I e II

Il progetto inizia con il piano terra. Questa è la parte fondamentale di tutto il progetto, perché affronta la questione fondamentale nella costruzione delle volte a crociera ed il loro supporto per un edificio stabile.

Il disegno della pianta planimetrica è diviso in due parti.

1. Il disegno concettuale della pianta planimetrica (Sezione I)

Questo è il processo creativo in cui una serie di costruzioni geometriche seguono partendo da un quadrato e finendo con una pianta ottagonale con torri ottagonali ad ogni angolo e un cortile ottagonale. Ciò conferisce al disegno le forme e l'aspetto che si vedono oggigiorno nel layout dell'impianto.

2. Una prima modifica sistemica della pinata planimetrica (Sezione II)

Questa è una modifica al disegno concettuale in piccoli dettagli che sono impercettibili alla vista, preservando l'aspetto generale del disegno dell'impianto. La modifica è un piccolo ingrandimento della torre ottagonale, seguito da un simile piccolo spostamento della torre e da un riadattamento alle pareti, in una simile modifica che riguarda tutte le torri.

Questo è diverso da altre modifiche che seguono più tardi nel progetto e sono dirette a specifiche parti del castello, come la modifica all'ala d'ingresso del castello per accomodare un portale d'ingresso e la saracinesca (portcullis).

La motivazione e la contemporaneità di questa modifica sistemica alle torri è una questione da chiedersi. Una spiegazione teorizzata in questo studio è che gli architetti sentivano la necessità di aumentare lo spazio libero all'interno delle torri, senza cambiare sostanzialmente il progetto complessivo prima impostato nella fase concettuale.

Tuttavia, la modifica è una parte essenziale del progetto perchè porta le misure come calcolate nel nostro modello di progettazione a ugugliare esattamente le misure al castello. Esso spiega anche molti dettagli come la forma apparentemente irregolare dell'ottagono delle torri, i triangolini sul tetto scoperti da H. Götze, ed altri.


La ricerca è essenzialmente uno studio delle forme e manipolazioni geometriche e coinvolge una vasta grafica. La documentazione è uno presentazione di questi grafici con spiegazioni correlative. La grafica è presentata in sequenza, seguendo l'evoluzione del disegno.

I disegni originali sono stati preparati su un software come pwerpoint slide. La loro precisione è limitata dalle prestazioni grafiche del software, ma è eccellente per lo scopo illustrativo.

La grafica viene riprodotta su queste pagine come inserti di file PDF o come file di formato JPG o PNG. Gli inserti PDF ed i file PNG forniscono grafiche più chiare rispetto ai file di formato JPG.

Le presentazioni dello studio sono dettagliate e utilizzano la grafica basata su PDF. Sono visualizzati meglio su dispositivi a schermo grande con browser che include PDF app.

Le presentazioni, incluse le grafiche, diventano a volte una lettura impegnativa, specialmente nella seconda fase del disegno. Esse forniscono analisi dettagliate, le prove essenziali che spiegano e corrobano i risultati.

Le presentazioni di tipo powerpoint-slide sono incluse come alternative per una visione meno dettagliata, offrendo riviste più compatte degli algoritmi di progettazione.


Sezione III

La sezione III affronta le misure e si occupa naturalmente dell'unità di misura lineare nella progettazione e costruzione di Castel del Monte.

Il disegno delineato nelle sezioni I e II è un algoritmo geometrico che lega il complesso progetto della pianta a una forma geometrica primordiale, il quadrato. La connessione è una serie di derivazioni geometriche che crea una catena di dipendenze matematiche.

Una caratteristica chiave di questo algoritmo è che non solo le forme geometriche, ma anche le dimensioni sono legate e dipendenti tra il quadrato di base e il layout finale del progetto. Le dimensioni di tutte le forme nel layout finale dell'impianto sono correlate alla dimensione per prima impostata per il quadrato di base.

In questo algoritmo di progettazione è necessario una sola quantità, una singola misura che definisce la dimensione del quadrato di base. Tutte le misure dell'impianto derivano da questa dimensione: la dimensione della pianta, la dimensione delle torri, la larghezza delle pareti, la dimensione delle stanze, ecc. Questo apre una via per esplorare e scoprire quale sia l'unità di misura lineare con cui lavoravano gli architetti medievali.

Questo viene fatto creando un modello matematico dell'algoritmo di progettazione. Il modello matematico è una raccolta ordinata di espressioni matematiche che definiscono la misura di nuove forme geometriche come il processo di progettazione avanza.

H. Götze ha teorizzato che l'unità di misura lineare a Castel del Monte è il piede romano. Il modello matematico è utile per verificare le diverse misure di questo "piede", confrontando i risultati del modello matematico con le misure attuali al castello.

La ricerca è in realtà un po più complessa, perché ci sono due incognite: la dimensione del quadrato di base e la lunghezza del "piede". Ci sono, tuttavia, nozioni utili sul misticismo religioso del Medioevo, così come pure le attuali misure del castello che aiutano in questa ricerca.

La sezione III presenta i risultati di questa ricerca ed identifica la dimensione lineare del "piede" utilizzato dagli architetti e costruttori medievali di Castel del Monte.


Sezione IV

La sezione IV fornisce uno quadro storico sulla tecnologia di costruzione delle volte a crociera e mette in relazione l'opera di Castel del Monte in contrasto con le alte cattedrali che erano prevalenti nell'Europa centro-settentrionale durante lo stesso periodo medievale.


Disegno delle Sopraelevazioni

La mancanza di dati dettagliati sulle misure delle sopraelevazioni nella letteratura rende più impegnativo lo studio del disegno delle sopraelevazioni. La ricerca nella progettazione delle strutture sopraelevate è un lavoro in corso, basato sui dati disponibili.


End of Page